mercoledì 1 gennaio 2014

Traccia di rugiada in un'alba crescente.





 
Guardavo nella notte  il cielo oscuro,
sfavillavano lontano punti di stelle
e perduto a me stesso vagavo
smarrito e contratto nell’indefinito.

 
Sei entrata nella mia vita
portando in dono poesie avvolgenti.
Tu rosa bianca festosa,
bellezza sfacciata nell’ombra.

 
Polo d’attrazione di luce dispersa
nello scenario del mio universo.
Meraviglia che apre ancora
spazi senza limiti alla vita mia.

 
Stesso infinito che so riconoscere
dentro una traccia di rugiada posata sul muschio,
illuminata solo dall’ incerta luce di un’alba crescente,
in un gelido mattino d’inverno.
 
Iperipo3

 

1 commento: